Home page be.Beap, c'è di peggio be.Beap, c'è di peggio
Tutti i numeri del fumo in Italia

Tutti i numeri del fumo in Italia

Il mercato delle sigarette porta nelle casse dello stato più di tredici miliardi di euro e causa la morte di più di ottantamila persone ogni anno

Dal 2010 in Italia è arrivata la sigaretta elettronica, che negli ultimi sette anni ha fatto passi da gigante in termini tecnologici. Lo stesso Umberto Veronesi la riteneva un ottimo strumento per smettere di fumare e altri paesi europei come l’Inghilterra la incentivano per lo stesso motivo: la sigaretta elettronica fa male, certamente più dell’aria, ma fa male ordini di grandezza meno rispetto alla sigaretta tradizionale.

E questo principalmente perché nella sigaretta elettronica non c’è combustione.

Purtroppo lo Stato italiano anziché incentivarne l’uso vuole supertassarla e metterla sotto monopolio.

Ecco qualche numero sul fumo in Italia, a differenza della cocaina perfettamente legale.

25 novembre 2017
#infografica #italia
Andrea Lombardi Andrea Lombardi Vai alla pagina autore