Chi "fascista" dice, spesso fascista è - be.Beap
Chiusura menu principale

Chi “fascista” dice, spesso fascista è

Bisogna trovare le parole giuste, le parole sono importanti. E un dizionario ampio non è fascista

Chi “fascista” dice, spesso fascista è

Partiamo da un presupposto: si potrebbe dire che sono antifascista “per costruzione” e non potrebbe essere diversamente.

Se per fascismo intendiamo imporre il proprio pensiero agli altri e utilizzare censura e violenza per zittire ogni forma di dissenso posso assicurarvi che sotto un regime fascista sarei tra i primi messi al muro e passati per le armi.

Quindi no, non sono fascista.

Nonostante questo diverse volte mi sono preso del “fascista”, perché in alcuni ambienti è sufficiente esprimere un’opinione in odor di destra per essere etichettati così.

Questo abuso dell’accusa di fascismo non si è accompagnato a un’inflazione dei sentimenti di odio verso coloro che vengono indicati come fasci: su questi si scarica sempre la peggiore violenza che si sia in grado di concepire.

Accusare qualcuno di essere fascista è quindi un modo facile per delegittimarlo, forti del consenso di quei quattro gatti molto rumorosi e pronti ad abbaiare contro qualsiasi cosa gli viene raccontato esser nera.

La parola “fascista” è come “analfabeta funzionale”: chi la usa di solito lo è.

Posted by be.Beap - C'è di peggio on Venerdì 1 giugno 2018

Se fascismo è disegnare un bersaglio su chi non è allineato e scatenarvi contro violenza e minacce fisiche, forse questo comportamento ci assomiglia.

Ma a chi giova, oltretutto?

Al fascismo.

Perché, prima o poi, se tutto è fascista, niente è fascista.

E anche perché la risposta che lotta per uscire da me ogni volta che mi viene dato del fascista è: “se questo è fascismo per te, allora sono orgogliosamente fascista”. Per ora sto resistendo, ma non so quanto potrà andare avanti.

Occhio a come usate le parole. Le parole sono importanti. E non era un fascista a dirlo (no, non è Tommaso Paradiso quello nel video).

Altri articoli che ti potrebbero interessare
Su Facebook si può delinquere impunemente, così mi hanno detto i Carabinieri

Su Facebook si può delinquere impunemente, così mi hanno detto i Carabinieri

Avrei voluto chiedere conferma alla Polizia Postale, ma il lunedì sono chiusi e non mi hanno fatto entrare

leggi l'articolo
Rolling Stone non sta con Salvini? E ‘sti cazzi

Rolling Stone non sta con Salvini? E ‘sti cazzi

Ottima iniziativa di marketing, peccato per aver pestato la merda su Enrico Mentana, ma fondamentalmente nulla di nuovo

leggi l'articolo
Il problema della movida in centro, secondo me

Il problema della movida in centro, secondo me

Scatta il coprifuoco in Santa Caterina a Bergamo: i locali dovranno chiudere a mezzanotte e mezza.
Dove sta il confine tra giustizia e prevaricazione?

leggi l'articolo
Sulla nostra pelle, da Stefano Cucchi all’Italia intera

Sulla nostra pelle, da Stefano Cucchi all’Italia intera

Non ci sono scuse per non cercare la verità. Non ci sono scuse per lasciare che una battaglia in difesa del diritto diventi uno strumento contro lo Stato

leggi l'articolo
Non fatevi fregare dai giornalisti in malafede sulla riforma del copyright

Non fatevi fregare dai giornalisti in malafede sulla riforma del copyright

Ho la soluzione per tutte le testate giornalistiche strette dalla morsa di Facebook e Google e ho deciso di regalarla a editori e giornalisti

leggi l'articolo
Viva Saviano. Da vivo, e con la scorta

Viva Saviano. Da vivo, e con la scorta

Un tentativo di analisi su Roberto Saviano. Bisogna per forza odiarlo o santificarlo, oppure possiamo accettarlo come uomo terreno?

leggi l'articolo