13 Reasons Why: recensione partecipativa

In italiano semplicemente Tredici, è una serie di Netflix che vale la pena guardare. Anche se non si è più degli adolescenti

La serie è tratta dall'omonimo libro di Jay Asher del 2007. Le 13 ore di film sono una mazzata nei denti, per qualcuno a tratti un po' esasperato, per qualcun altro troppo da teenager.

Io mi auguro solo che a qualcuno venga in mente di farlo vedere nella sua classe, senza fare pipponi sul bullismo e altre minchiate, ma semplicemente per tentare di far capire ai più tordi cosa accade quando si cambia punto di vista.

Ecco la prima recensione partecipativa di be.Beap, occhio che contiene degli spoiler!

Se volete leggere una recensione fatta bene potete andare su Rolling Stone (incredibile eh?).

13 reason why è una visione scomoda anche a trent'anni, perchè almeno una volta nella vita abbiamo vissuto da colpevoli una di quelle tredici situazioni, per motivi diversi.
Per paura, per comodo.
Per vergogna.
A volte inconsciamente.
Perchè per fare del male ad una persona fino a ridurla al nulla non devi essere un criminale.
Anzi.
E niente, devo ancora parlare di 13 Reasons Why perché mi sa che ci siamo tutti rincoglioniti: adesso gli stessi siti che fino a ieri pubblicavano articoli sulla possibile seconda stagione o su quanti peli nel culo abbia Clay, stanno scrivendo lunghi pipponi su quanto questa serie romanticizzi il suicidio e sia quindi molto pericolosa, invitando le persone a non guardarla. (Buongiorno, è uscita ormai tre settimane fa e il libro ha 10 anni, non potete tornare a fare i click parlando dei capezzoli di Bella Thorne?)

Ora, o è una supercazzola creata per farmi incazzare o siamo davvero diventati tutti deficienti, perché la serie può piacere o no per una serie di motivi, ma è COSÌ che va mostrato il suicidio. Io la considero una terapia d'urto.

Oppure continuiamo a nascondere la testa sotto la sabbia, a dire che sì, queste situazioni esistono ma brrrr non facciamole vedere, a scrivere che non c'è mica bisogno di rendere così forte la scena dello stupro perché in fondo lo sappiamo già tutti come funziona, no? A dire che non c'è mica bisogno di mostrare tutti i segnali che portano a una scelta così drammatica, perché li riconosciamo già tutti da soli, no?
Io davvero boh. Sapete già tutto, ma beati voi.

Ho finalmente finito 13 Reasons Why (veramente con MOLTA fatica) ed ora ecco 13 considerazioni a caso.
Si raga, SPOILER

1) Clay.
Questo ragazzo è il classico nerd timido sfigato ma, essendo un telefilm, molto carino.
Non solo è più buono di Dalai Lama, più giusto di Batman e più tenero di un gattino ma gli tocca accollarsi una tipa complessata pure dopo la morte.
È circondato da stronzi e la metà gli fa intendere di essere un pezzo di merda che chissà che cazzo ha fatto e alla fine la sua colpa è essere andato via perché quella pazza gli ha urlato contro di sparire mentre stavano per scopare perché è una cazzo di drama queen.
AH OK.

2) I genitori di Hannah.
Questi poveretti stanno 13 episodi a soffrire come cani senza capire perché la loro figlia si è suicidata. Questa decide di ammazzarsi, registrare cassette che elencano i motivi della sua morte totalmente A CASO su tutti (o quasi) e non si preoccupa neanche per un secondo di lasciare quantomeno una lettera, un biglietto, un post-it sul frigo ai suoi. ZERO. CAPITO? AI SUOI GENITORI. QUELLI CHE DOPO CHE LEI GLI HA PERSO 700 DOLLARI NON GLI HANNO DATO DUE SBERLE. ( I soldi sul tettuccio della macchina.Seriamente? Ma si può essere così imbecilli?)

3) Jeff
Non aggiungo nulla. L'unico per cui valeva veramente dispiacersi per la morte dato che la versione ufficiale era falsa e invece no solo i drammi di Hannah dai

4)Alex
Raga, sto qui è finito in una cassetta perché ha scritto in una cazzo di lista che Hannah ha un bel culo. Punto. Non solo non ha fatto un cazzo si è pure sentito così una merda che si è suicidato. GRANDE HANNAH DAMMI IL 5!

5) Zach
A parte essere tremendamente imbecille, assomigliare a Jin Kazama di Tekken e avere una madre che farebbe sembrare La Signora Rottenmeier Martin Luther King, non ho veramente capito cosa ha fatto di così grave sto qui.

6)Sig.Porter
Sto qui dovrebbe essere lo psicologo della scuola e quando quella gli dice "senti m'hanno stuprato" lui gli risponde "no ma tranquilla passaci sopra se non te la senti". Ma lo vogliamo radiare dall'albo delle persone che respirano? Grazie. Muori male.

7)Tony
Io di sto qui non c'ho capito un cazzo. Si saranno cagati tre volte in tutta la serie lui e Hannah com'è che gli affida i nastri? Da dove nasce sta fiducia? Che cazzo di amicizia era? MA POI PERCHÉ FANNO VEDERE CHE PESTA UN TIPO CON I SUOI FRATELLI COSÌ A CASO SENZA SPIEGARE NULLA?

8) Justin
Pezzo di merda certificato dal Ministero della Giustizia ok ma non lo so, magari vogliamo un attimo soffermarci sulla cazzo di situazione di merda che ha a casa sto poraccio? Ma in sta scuola che tutti sanno i cazzi di tutti nessun insegnante sapeva che sto qui sta con una madre assente drogata col compagno che quasi rischia di ucciderlo ogni volta? MA LO VOGLIAMO AIUTARE? Ci credo che fa lo stronzo.

9)Sheri
Sta qui di fondo è pure una brava ragazza, ha fatto una minchiata facendo cadere un cartello stradale provocando un effetto a catena di sfighe e quella cretina di Hannah invece di denunciare l'incidente sta ZITTA però hey poi si ammazza così a pagare è solo la tipa. BRAVA HANNAH PROBLEM SOLVER!

10) Courtney
Puttana nell'animo. Reincarnazione di Satana in gonnella a quadri e cerchietto.

11) Bryce
Da prendere a rastrellate sulle palle ad intervalli regolari.

12) Hannah
L'unico momento in cui ho provato pena per lei è quando la stuprano. Tema ricorrente in questa serie dove LA SUA MIGLIORE AMICA viene violentata dal suo stesso stupratore e lei non fa un cazzo. NIENTE. NADA. RIEN.
POLIZIA QUESTA SCONOSCIUTA.

13) A ragion del vero va detto che sta tipa c'ha una sfiga che a confronto i Fratelli Baudelaire di Una Serie Di Sfortunati Eventi sono graziati da Dio.

Conclusione.
Serie lenta, idea buona ma sviluppata male.
Quando si parla di certi argomenti bisogna andarci con i piedi di piombo, non si può banalizzare così il suicidio.

P.s. Tredicesimo episodio unico che ho veramente gradito anche se morte di Alex buttata totalmente a casaccio e con una serie di storie lasciate in sospeso.
Come reagiranno tutti alla scoperta​ dei nastri?
La mamma di Clay come reagirà? Clay riuscirà a bombarsi la tipella dark? Qualcuno mi spiega l'utilità del ragazzo di Tony? PERCHÉ TYLER AVEVA DELLE ARMI IN UNA VALIGIA RAGAAA???

la visione di 13 reasons why a me ha fatto semplicemente capire quanto poco vi abbiano insultate da ragazzine bottane che non siete altro
13 Reasons Why: recensione partecipativa
Pubblicato il 22 aprile 2017
Si parla di Film, Recensioni

Stronzo metti un like
Iscriviti alla newsletter, cane
Commenti