Alzano Lombardo vieta pic nic, assembramenti e musica vicino al Serio

L'ordinanza è del 2012 ma verrà applicata a partire dal prossimo weekend. Se non sono in grado di far rispettare le leggi esistenti, perché se ne inventano di nuove?
Alzano Lombardo vieta pic nic, assembramenti e musica vicino al Serio

Il detto popolare «per colpa di qualcuno ci rimettono tutti» è innegabilmente vero, ma secondo me è anche incompleto. Propongo di modificarlo come segue: «per colpa di qualcuno, e grazie all'incompetenza e l'inettitudine di qualcun altro, ci rimettono tutti», che mi sembra molto più aderente alla realtà.

Nasce tutto dall'inciviltà di alcune bestie umane che bivaccano lungo il fiume Serio, lasciando a terra montagne di immondizia e di sporcizia e devastando l'area del Parco del Serio. Un comportamento incivile che va punito e represso, su questo siamo - spero - tutti d'accordo.

Ma l'abbandono di rifiuti è un comportamento già illecito di per sé e sanzionabile, anche se il Comune di Alzano Lombardo, vuoi per carenza di personale di Polizia o vuoi per incompetenza (non sta a me giudicare), non è evidentemente in grado di far rispettare, altrimenti il problema sarebbe già stato risolto.

Per far fronte «all'emergenza rifiuti», quindi, anziché multare le bestie di cui sopra utilizzando le leggi già esistenti, il Comune ha deciso di imporre nuove restrizioni che non capisco come sarà in grado di far rispettare se, a quanto leggo sui giornali e vista l'entità del problema - a detta di loro stessi -, non è nemmeno in grado di far rispettare le regole vigenti reprimendo chi lascia un porcilaio sulle rive del Serio.

AREE SERIO: STRETTA SU ALCOL, PIC NIC E BIVACCHI. Come annunciato, mercoledì scorso la giunta ha dato il via libera all'integrazione dell'ordinanza 62/2012 con divieto di consumo alcolici, pic nic e bivacchi sulle aree del Serio.

Posted by Camillo Bertocchi Sindaco on Lunedì 18 luglio 2016

E così, dal prossimo weekend, sarà vietato non solo campeggiare o fare il bagno lungo il Parco del Serio di Alzano Lombardo, ma anche fare pic-nic, stazionare in gruppo o diffondere musica dalle ore 20:00 alle ore 8:00.

Le sanzioni sono poco simpatiche, perché vanno dai 75€ a testa per chi campeggia o bivacca, ai 150€ a testa per chi fa pic-nic o "staziona in gruppo" negli orari in cui è vietato.

Immagino che l'approccio sarà del tipo «colpirne qualcuno per non educarne nessuno», come al solito accade in Italia, perché se invece dovessero scoprire di avere le risorse necessarie per colpire davvero tutti i trasgressori mi piacerebbe sapere dal Sindaco come mai non si è limitato a reprimere chi danneggia il parco e abbandona i rifiuti, anziché limitare la libertà di tutti quanti?

Leggi l'ordinanza 62/2012

Fonti della notizia

Pubblicato il 19 luglio 2016
Si parla di Editorial, Notizie

Stronzo metti un like
Iscriviti alla newsletter, cane
Commenti